News

Ci eravamo lasciati con una buona annata e l'obiettivo salvezza raggiunto dalla nostra serie D. L'attività pallavolistica della Vivi Volley è già ripartita da qualche settimana a spron battuto con la serie D ma anche con tutte le altre squadre, dalla mista alle squadre giovanili, al minivolley.
Quindi eccoci nuovamente qui, per assistere ad un nuovo campionato ricco di emozioni con le ragazze del Progetto Vivi Volley. Una compagine quasi totalmente rinnovata rispetto all'anno precedente, ma sempre con a capo la sua guida: l'allenatore Michele Peschechera, che viene confermato per la seconda stagione consecutiva dopo il buon risultato ottenuto nella scorsa stagione. Nonostante la squadra sia nuova e le ragazze non abbiano mai giocato insieme prima, l'avvio di campionato sembra far sperare in un'ottima annata. La squadra è partita con il piede giusto e ha iniziato a collezionare dei punti importanti nelle prime partite: con cinque vittorie e una sola sconfitta per 3-2, al momento la classifica sorride e vede Vivi Volley occupare il terzo gradino del podio, a soli 3 punti dalla vetta. Poco si può quindi rimproverare a questo gruppo, che per ora procede senza troppi intoppi.
L'avvio di ogni partita sembra però sempre piuttosto difficile. Il primo set le ragazze faticano ad ingranare e subiscono parziali piuttosto importanti. L'ultima partita giocata contro Gonzaga Milano lo ha nuovamente dimostrato e la squadra è arrivata ad essere sotto anche di 12 punti. Le ragazze di Peschechera sembrano un diesel che ha inizialmente bisogno di scaldarsi e prendere il giusto ritmo. Infatti, contro le milanesi, già a fine primo set, le atlete iniziano a prendere le misure e lasciano intendere alle avversarie che con il secondo set cambierà la musica. Ed è ciò che succede: secondo parziale vinto piuttosto facilmente 25/17. Nel terzo set si assiste a un leggero calo di concentrazione non fatale in quanto le ragazze riescono a chiudere il set sul 25/21. Il quarto è un monologo Vivi Volley che chiude il match sul 3-1.
Nonostante la partenza sempre un po' troppo lenta, le ragazze si stanno comportando bene, mostrano ottima grinta e voglia di vincere. La palestra di Induno ospiterà ora la squadra del Carimate che occupa la parte intermedia della classifica. Forza ragazze, andate avanti così! Il campionato è ancora lungo ma si sa che chi ben comincia è a metà dell'opera!

Non so cosa dirvi davvero...3 minuti alla nostra più difficile sfida professionale. Tutto si decide oggi!
Ora noi o risorgiamo come squadra o cederemo un centimetro alla volta, uno schema dopo l'altro, fino alla disfatta. Siamo all'inferno adesso signori miei...Credetemi...E possiamo rimanerci, farci prendere a schiaffi, oppure aprirci la strada lottando verso la luce. Possiamo scalare le pareti dell'inferno un centimetro alla volta. Io però non posso farlo per voi. Sono troppo vecchio. Mi guardo intorno, vedo i vostri giovani volti e penso "certo che ho commesso tutti gli errori che un uomo di mezza età possa fare"...si perché io ho sperperato tutti i miei soldi, che ci crediate o no...ho cacciato via tutti quelli che mi volevano bene e da qualche anno mi dà anche fastidio la faccia che vedo nello specchio! Sapete con il tempo, con l'età, tante cose ci vengono tolte, ma questo fa parte della vita; però tu lo impari solo quando quelle cose le cominci a perdere e scopri che la vita è un gioco di centimetri, e così è il football! Perché in entrambi questi giochi, la vita e il football, il margine di errore è ridottissimo...capitelo...mezzo passo fatto un po' in anticipo o in ritardo e voi non ce la fate, mezzo secondo troppo veloci o troppo lenti e mancate la presa. Ma i centimetri che ci servono, sono dappertutto, sono intorno a noi, ce ne sono in ogni break della partita, ad ogni minuto, ad ogni secondo. In questa squadra si combatte per un centimetro!!! In questa squadra massacriamo di fatica noi stessi e tutti quelli intorno a noi per un centimetro!!! Ci difendiamo con le unghie e con i denti per un centimetro!!! Perché sappiamo che quando andremo a sommare tutti quei centimetri il totale allora farà la differenza tra la vittoria e la sconfitta, la differenza fra vivere e morire! E voglio dirvi una cosa: in ogni scontro è colui il quale è disposto a morire che guadagnerà un centimetro, e io so che se potrò avere un'esistenza appagante sarà perché sono disposto ancora a battermi e a morire per quel centimetro! La nostra vita è tutta lì, in questo consiste...in quei 10 centimetri davanti alla faccia, ma io non posso obbligarvi a lottare...dovete guardare il compagno che avete accanto, guardarlo negli occhi, io scommetto che ci vedrete un uomo determinato a guadagnare terreno con voi, che ci vedrete un uomo che si sacrificherà volentieri per questa squadra, consapevole del fatto che quando sarà il momento voi farete lo stesso per lui. Questo è essere una squadra signori miei! Perciò o noi risorgiamo adesso come collettivo, o saremo annientati individualmente. È il football ragazzi, è tutto qui. Allora, che cosa volete fare?

UN GIUGNO ANCORA FIRMATO QUASARS!!

La società sportiva A.S.D. Quasars Induno non si ferma mai; nemmeno ora che i campionati sono terminati. Dopo una intensa e impegnativa stagione sportiva, la società indunese si mobilita ancora per offrire a sportivi e non un mese ricco di eventi. Il "Giugno Quasars" giunge quest'anno alla sua quattordicesima edizione e presenta, come gli anni precedenti, un programma vario di animazione per l'estate indunese: intrattenimenti musicali e un'ampia offerta gastronomica accompagnano le numerose serate all'insegna della sana competizione sportiva. Diversi tornei di pallavolo, torneo di calcetto, 24 ore di volley misto e una gara amichevole con atleti portatori di handicap, fanno da sfondo a serate musicali con esibizioni dal vivo, spettacoli di danza e karaoke. Il tutto accompagnato da uno stand gastronomico, aperto tutte le sere, presso il quale è possibile degustare, oltre ai soliti ma mai banali panini con la salamella, specialità della nostra penisola (tutti i Sabato) e piatti etnici provenienti da diverse parti del mondo (tutti i Giovedì).
Il "Giugno Quasars" è diventato con il tempo un appuntamento imperdibile per chi è appassionato di sport, musica e cucina. L'evento, che sta crescendo di anno in anno, rappresenta ancora una volta il tentativo da parte della società indunese di avvicinare le persone allo sport e testimonia come questo possa essere occasione di festa e aggregazione per giovani e adulti. Il programma dettagliato degli eventi è facilmente reperibile sul sito internet http://giugno.quasarsinduno.it/.
Non indugiate.. Passate a trovarci e calatevi in prima persona nell'atmosfera di questa bellissima realtà varesotta.

Nuova Team - Vivi Volley Induno 3-1 (27-25, 23-25, 25-20, 25-20).
D'agostini (K), Zaniboni, Mauri, Bonesso, Granzotto, Gasparotto, Spadaro, Moschen, Cairoli, Crosta (L1), Piazza, Granelli (L2). All. Peschechera.

Terzultima partita. Ormai siamo in dirittura d'arrivo. Vivi Volley è a metà classifica, 8° posto per il momento, con 34 punti conquistati. L'avversario per questo weekend si chiama Nuova Team ed occupa un gradino più alto della classifica rispetto a noi. Vi ho lasciato settimana scorsa raccontandovi della grande partita disputata dalle ragazze di Induno contro la seconda in classifica.. Bene, ora voltiamo completamente pagina, cambiamo completamente musica.. Il disco è un altro. La partita che sto per commentare non ha niente a che vedere con la precedente: fin dal primo punto in campo sembra essere scesa una squadra diversa. Pronti via la squadra di via Croci sembra subire la determinazione di Nuova Team e inizia a fare una serie di errori in tutti i fondamentali consentendo alle avversarie di portare a casa un sebbene sofferto 27-25. Il secondo set sembra iniziare nel verso giusto con Induno che si porta sull'11 a 3 ma si fa poi recuperare.. la squadra procede per alti e bassi ma riesce comunque a portare a casa il secondo set con un punteggio di 23-25. Nel terzo e quarto set si assiste a una serie continuativa di errori commessi dalle nostre ragazze: battute sbagliate, ricezioni imprecise, attacchi facilmente difendibili. La squadra di casa ne approfitta e vince entrambi i set 25-20.
L'ennesima sconfitta fuori casa e una brutta partita in termini di gioco. Come può essere la stessa formazione scesa in campo contro Lazzate? Eppure le ragazze sono sempre loro.. con una motivazione e determinazione diversa forse..
Nonostante io non segua questa squadra da molto, mi pare tuttavia evidente il suo andamento traballante. Analizzando le sue vittorie e le sue sconfitte, mi sembra lampante il fatto che il fattore campo sia in tutto ciò piuttosto determinante: solo un paio di squadre sono riuscite ad espugnare la palestra di Induno Olona, tuttavia, poche sono state le vittorie delle ragazze in campo nemico. Sarà questo fattore campo così determinante?!?
La prossima partita vede la squadra di coach Peschechera affrontare l'ultima in classifica Arcobaleno. Giochiamo in casa. Ho detto tutto.
In bocca al lupo ragazze!

Vivi Volley Induno – Lazzate Volley 3-0 (25-22, 25-19, 25-22).
D'agostini (K) 2, Zaniboni 9, Mauri 7, Bonesso 9, Granzotto 8, Gasparotto 3, Spadaro, Moschen 3, Cairoli, Crosta (L1), Piazza, Granelli (L2). All. Peschechera.

Quando devi scontrarti contro la seconda in classifica non puoi non considerare una probabile sconfitta: Lazzate Volley A.s.d. ci guarda dall'alto della sua posizione, con 52 punti e 18 partite vinte su 22. Va bene, ne prendiamo atto. Per affrontare una partita così difficile bisogna fare una cosa fondamentale: lasciare la tensione negli spogliatoi e giocarsi il tutto per tutto, senza paura e senza tensione, facendo il proprio gioco. I pronostici sono chiari ma almeno facciamogliela sudare sta vittoria!
Ed è proprio questo l'atteggiamento che Vivi Volley mostra alle avversarie fin dal primo pallone. Le brianzole non sembrano mostrare molta lucidità e soprattutto non sembrano essere decise e determinate a portare a casa la vittoria. Hanno sottovalutato forse il loro avversario?!? Le ragazze di coach Peschechera se ne accorgono e ne approfittano: fin dal primo set mostrano un atteggiamento positivo, determinazione e quella concentrazione che le porta a macinare un gioco pressoché perfetto: ricezioni precise, battute efficaci, attacchi decisivi. E questo durante tutta la durata del match. Partita a senso unico come si suol dire: il primo set si chiude 25 a 22, il secondo 25 a 19 ed infine il terzo, anche se leggermente sofferto sul finale, si chiude 25 a 22 e chiude anche la partita che, contro i pronostici, viene vinta da Vivi Volley per 3-0.
Sembra proprio che "Quando il gioco si fa duro, i duri iniziano a giocare.." Ecco, non smettiamo ora che mancano 3 partite alla fine del campionato. Non adagiamoci sugli allori proprio ora: abbiamo dei punti importanti da dover conquistare per mantenere questa bella categoria. Teniamo sempre alta la determinazione e la voglia di vincere come in quest'ultima partita, a detta di molti spettatori, la migliore dell'intera stagione.
La prossima partita vede le indunesi confrontarsi con Nuova Team, che è sopra in classifica di un solo punticino. Andiamo a conquistare Appiano Gentile!!! Scusate, forse ho esagerato un po', però ecco, avete capito! Tutti in palestra a tifare per le nostre ragazze!

Uniabita Volley PG - Vivi Volley Induno 3-2 (25-21, 25-12, 21-25, 18-25, 15-12).
D'agostini (K) 12, Zaniboni 8, Mauri 10, Bonesso 4, Karaboue 10, Gasparotto 2, Spadaro, Moschen 10, Cairoli, Crosta (L1), Piazza, Granelli (L2). All. Peschechera.

Uniabita Volley Pg ospita in casa le ragazze del Vivi Volley per una partita che si prospetta fin dal principio piuttosto combattuta visto che le due squadre si equivalgono tecnicamente e occupano entrambe le posizioni centrali della classifica generale.
Il primo set quest'equilibrio si nota: si gioca punto a punto, con scambi lunghi e combattuti ma poi qualche errore di troppo delle indunesi permette a Uniabita di allontanarsi e mettere in cassaforte il primo set con un punteggio di 25/21.
Il secondo set Vivi Volley crolla sotto i colpi delle avversarie: in avvio di ripresa subisce un parziale di 10 a 0; e con un punteggio così poi è davvero difficile riprendersi.. e infatti il set finisce piuttosto in fretta, con Induno che arriva solo a 12 punti.
Decisivo l'ingresso in campo di Mauri nel 3° set quando qualche avvisaglia fa pensare a un possibile ripetersi del set precedente.. grazie al suo ingresso e a una ripresa generale della squadra, le ragazze di Peschechera portano a casa il 3° sudato set con un punteggio di 21/25.
Nel 4° set la squadra milanese sembra aver perso la lucidità e la concentrazione iniziale ed inizia a commettere molti in errori in ricezione: grazie alle difficili battute di Karaboue, la squadra indunese prende il margine necessario che le permette di giocare con la giusta serenità gestendo il consistente vantaggio. Il 4° parziale termina così 18/25 a favore delle ospiti.
Il 5° set parte benissimo per Vivi Volley che si porta subito sul 6-1 ma poi perde un attimo il controllo della situazione e prende 8 punti consecutivi. Uniabita inizia giustamente a crederci, gioca bene e si carica.. Induno accusa e non riesce più a ricucire il distacco. Il match termina con un inesorabile 3-2 per le padrone di casa che hanno scavalcato le nostre ragazze in classifica e sono ora avanti di due punti.
Non la migliore delle prestazioni da parte delle nostre atlete che possono fare decisamente di più. Ora affrontiamo Lazzate, seconda in classifica generale. Abbiamo portato a casa un risultato positivo con la terza in classifica qualche settimana fa.. L'impresa non è impossibile. Quindi dai ragazze, saremo in palestra a tifare per voi! Noi ci crediamo, e voi?

Vivi Volley Induno – GS Carimate 3-2 (25-18, 15-25, 24-26, 25-19, 16-14).
Poltronieri (K) 2, Zaniboni 15, Moschen 9, D'agostini 8, Bonesso 2, Karaboue, Gasparotto 2, Spadaro, Granzotto 6, Cairoli 7, Crosta (L1), Piazza, Granelli (L2). All. Peschechera.

L'ultima partita ha visto la nostra Vivi Volley opporsi alla frizzante squadra del Gruppo Sportivo Carimate che al momento occupa la terza posizione nella classifica del girone dietro solo a Bresso e Lazzate.
Fin da subito si prospetta essere una partita impegnativa ed è con tanto impegno e una gran voglia di vincere che le ragazze del Vivi Volley la affrontano: il primo set si avvia equilibrato e giocato punto a punto fino a metà quando la battuta di Zaniboni inizia a infastidire le avversarie che iniziano a commettere troppi errori in ricezione. Ed è così che finisce, con il nostro centrale ancora in battuta e le avversarie ferme al 18° punto.
Il secondo set è un monologo di Carimate che ingrana la quinta e ci supera piuttosto facilmente lasciandoci a soli 15 punti. Nel 3° set sembra che le indunesi si siano un po' riprese dal torpore in cui erano cadute nel 2°set e, anche grazie a dei cambi azzeccati, riprendono il loro ritmo di gioco: si combatte punto a punto con Induno che non desiste fino all'ultimo pallone.. Sul 22 a 24 per le avversarie la squadra riesce a riportarsi sotto fino al 24 pari. Sembra ormai fatta ma Carimate riesce comunque a spuntarla e a chiudere il parziale 26-24.
Il 4° set si apre nello stesso modo in cui si è chiuso il 3°: molto combattuto dall'inizio alla fine. Vivi Volley però sembra avere una marcia in più, soprattutto a livello di grinta e determinazione. E infatti è proprio lei ad aggiudicarsi il set con un punteggio di 25-19. Il 5° set si assiste a un bellissimo gioco da parte di entrambe le squadre che commettono pochi errori e combattono fino all'ultimo punto. Il set decisivo viene vinto da Induno per 16-14: una gran vittoria che permette alle ragazze di coach Peschechera di mettere in tasca 2 punti importantissimi e di rafforzare la consapevolezza di essere una grande squadra. Ora ci aspetta Uniabita Volley, sopra di un punto solamente. Se la squadra riuscisse a replicare quest'ultima prestazione, potremmo andare incontro ad un altro gran successo, soprattutto in termini di gioco, gruppo e grinta. E allora, un grosso in bocca al lupo ragazze!

Vivi Volley Induno – Virtus Cermenate 3-0 (25-12, 25-22, 25-17).
Poltronieri (K) 16, Zaniboni 12, D'agostini 8, Bonesso 9, Karaboue 6, Gasparotto 1, Spadaro, Granzotto 5, Cairoli, Crosta (L1), Piazza, Granelli (L2). All. Peschechera.

Stendiamo pure un velo sul match recuperato in settimana contro Caronno Varesino, e andiamo a parlare del match che ha visto la squadra di Induno confrontarsi con Virtus Cermenate, ultima in classifica a soli 7 punti. La superiorità sulla carta dà al coach Peschechera una tranquillità che si manifesta nella decisione di partire nel primo set con una formazione inedita: la capitana Poltronieri si sposta al centro prendendo il posto dell'assente Moschen, Bonesso e d'Agostini giocano in posto 4, in regia vediamo la brillante Gasparotto e all'opposto Karaboue. Non è la formazione di partenza solita ma le ragazze sembrano adattarsi con facilità alle nuove disposizioni date dall'allenatore... Il primo set infatti parte molto bene per Vivi Volley, che si porta in un batter d'occhio sul 18 a 3, poi perde qualche punto a causa di qualche cambio e troppa confusione in campo, ma il primo parziale si chiude nel giro di poco tempo con un punteggio di 25 a 12. Il secondo set sembra tutta un'altra musica: Cermenate entra in campo più determinata. La partita si gioca punto a punto, arrivando perfino ad essere in favore delle ospiti per 20 a 18. Induno però tira fuori le unghie, soprattutto quelle della new entry Granzotto che entra in campo e trascina la squadra fino al 25 a 22. Il terzo set torna ad essere un monologo per le padrone di casa che, grazie ai pochi errori in battuta ed una buona ricezione, riescono ad imporre il proprio gioco anche in fase di attacco. Il match si chiude a favore di Vivi Volley per 3 a 0 con l'ultimo set chiuso 25 a 17 per merito di un ace in battuta. Una buona prestazione da parte di Induno, caratterizzata dai pochi errori in tutti i reparti ma soprattutto in battuta. La prossima partita vedrà la squadra varesina contrapporsi alla cugina comasca Pallavolo Olgiate, che è a soli 6 punti indietro: sarà sicuramente un match combattuto e appassionante.. Quindi, vi aspettiamo a fare il tifo per le nostre ragazze!

F.lli Trinca Bresso - Vivi Volley Induno 3-0 (25-15, 25-20, 25-16).
Poltronieri (K), Zaniboni, D'agostini, Bonesso, Karaboue, Salviato, Gasparotto, Spadaro, Moschen, Cairoli, Crosta (L1), Piazza, Granelli (L2). All. Peschechera.

La quinta partita della fase di ritorno vede la squadra Vivi Volley affrontare la capolista F.lli Trinca Bresso. Nonostante la squadra arrivi da qualche settimana di defiance dovuta all'influenza e pochi allenamenti sulle gambe, le ragazze entrano in campo determinate e convinte di poter far bene.
L'inizio del primo set sembra far credere in una lunga e combattuta partita, ma dopo una decina di punti Induno inizia a subire in ricezione e rimane troppo indietro per riuscire a recuperare il distacco. I troppi errori in ricezione condannano la squadra a un gioco scontato e consentono a Bresso di contrattaccare con facilità. Il primo parziale finisce con un punteggio di 25-15.
Il secondo set vede le due squadre combattere punto a punto, con una Vivi Volley più agguerrita e determinata nel portare a casa qualche punto prezioso dalla periferia milanese. La squadra sembra più concentrata, commette meno errori e anche il gioco ne beneficia, con Bresso che non riesce sempre ad arginare gli attacchi potenti e precisi di Poltronieri e Bonesso. Set avvincente, ma che vede comunque le padrone di casa spuntarla sulle nostre ragazze, che perdono così anche il secondo set 25-20.
Bresso torna in campo nel terzo set convinta di poter chiudere qui la partita, ma Vivi Volley non molla; non subito almeno. La squadra combatte fino al decimo punto, ma poi il copione del primo set si ripete: Induno commette troppi errori e vede la capolista allontanarsi punto dopo punto fino al 25°. Anche il terzo set dà ragione a Bresso, che vince la partita 3-0.
Non è una prova completamente da dimenticare per Vivi Volley, che a tratti ha mostrato buon gioco e gran tenacia.
La sconfitta brucia ma ora bisogna guardare avanti, le prossime partite sono vitali, a partire da quella di recupero con Caronno. Quindi, forza ragazze!

Vivi Volley Induno – Progetto Volley Orago/Visette Su 1-3 (25-23, 17-25, 21-25, 17-25).
Poltronieri (K), Zaniboni, D'agostini, Bonesso, Karaboue, Gasparotto, Spadaro, Moschen, Cairoli, Crosta (L1), Piazza, Granelli (L2). All. Peschechera.

Le ragazze di Induno Olona arrivano da una batosta. Una batosta non inferta da una squadra avversaria, ma dall'influenza, che le ha costrette a stare a letto e saltare così la partita contro Caronno Varesino che é stata posticipata all'11 marzo.
Dopo giorni di convalescenza sono tornate in campo per affrontare la temibile squadra di Progetto Volley Orago, che, seppur giovane, aveva fatto sudare una vittoria di 3 set a 1 nella partita di andata. La classifica vede le due squadre a pochi punti di distanza l'una dall'altra e una grande voglia da parte di entrambe di risalire delle posizioni.
Gli effetti dell'influenza sono ancora piuttosto visibili e le condizioni di salute della squadra di casa sembrano essere ancora piuttosto instabili: D'Agostini ha 39 di febbre, Crosta é sotto cortisone e antibiotico, così come Poltronieri, e per chiudere il quadro, il capitano Zaniboni ha una fascite al piede. Insomma, più che una squadra di pallavolo, sembra di trovarci davanti a un vero e proprio lazzaretto.
Apprezzabile lo sforzo delle nostre eroiche atlete che, anche se non al top della forma fisica, scendono in campo belle agguerrite e riescono a reggere piuttosto bene l'avvio di partita: vincono il primo set 25-23. Purtroppo, però, nel secondo set l'andamento della squadra vacilla e Orago prende il controllo della situazione, vincendo il parziale per 25-17. Non vanno meglio il terzo e quarto set purtroppo: le giovani ragazze di Orago sono molto più costanti e in forma delle nostre, e si vede.. fanno pochi errori e sono molto più precise ed efficaci in tutti i reparti: ricevono bene e difendono ancora meglio.
L'esperienza delle ragazze del Vivi Volley soccombe al cospetto della freschezza di Orago che, seppur giovane, dimostra di essere una squadra solida e compatta, vincendo anche gli ultimi due set e chiudendo la partita sul 3-1.
Speriamo che questa influenza lasci presto i campi della nostra palestra e permetta alla squadra di allenarsi al pieno delle proprie risorse e possibilità vista l'imminente sfida che la vedrà opporsi alla capolista Bresso.
SEMPRE E FORZA VIVI VOLLEY!

Migro Arredamenti Tradate - Vivi Volley Induno 3-1 (25-20, 25-21, 21-25, 25-20).
Poltronieri (K), Zaniboni, D'agostini, Bonesso, Karaboue, Gasparotto, Spadaro, Moschen, Cairoli, Salviato, Crosta (L1), Piazza, Granelli (L2). All. Peschechera.

La prima partita del girone di ritorno vede confrontarsi le squadre della Migro Arredamenti Tradate e le nostre ragazze del Vivi Volley Induno. La partita di andata era finita in favore alle tradatesi con un risultato di 3-2. Le nostre ragazze provengono tuttavia da una serie di partite vinte e sembrano essere molto determinate nel portare a casa un'altra vittoria. FORZA RAGAZZE! La partita si mostra subito molto combattuta, con Tradate che recupera tanto e riesce ad essere molto più efficace e incisiva di Induno in attacco. Pochi muri per Induno e tante battute sbagliate. Il primo parziale è di 25/20 per loro, ma è solo il primo set.
Purtroppo anche nel secondo parziale non si vede una Vivi Volley troppo combattiva, che anzi, inizia a dare i primi segni di nervosismo. Perso anche il secondo set 25/21, il problema principale pare essere la concentrazione e i troppi errori. Ora per Tradate sembra essere tutto in discesa.
Scatto d'orgoglio per le nostre ragazze che riescono a portare a casa il terzo set con un punteggio di 25/21 grazie alle ricezioni precise di Bonesso e attacchi efficaci da parte di Poltronieri. Tradate però non molla, vuole chiuderla qui, e ci riesce collezionando una serie di ace in battuta che porta la squadra a un vantaggio di +7 su Induno nel quarto set. Questa volta non si assiste a nessuno scatto d'orgoglio e il match termina 3-1 per i padroni di casa. Troppi errori per le nostre ragazze, con 35 battute sbagliate e poche ricezioni precise che costringono il palleggiatore a un gioco piuttosto scontato. Non una grande prestazione per le indunesi che subiscono così una pesante sconfitta contro una squadra buona ma abbordabile.
Ora però bisogna guardare avanti! Oggi la squadra incontra Hydra Cassano che è dietro a Induno di sole 2 lunghezze. Facciamo un grandissimo in bocca al lupo alle nostre ragazze e buono spettacolo a tutti!

Pagina 2 di 7

Contattaci

Palestra Comunale "Luigi Ganna"
Via Maria Croci, 23 - Induno Olona (VA)

Telefono: +39 347 0065649

Sei qui: Home News